Dal territorioIniziative

Il fiore della vita

Il banchetto di Legami Leali con appese le magliette Petalodo. Sullo sfondo il palco del RugbyFest di Rivoltella sul Garda.
Petalodo al RugbyFest di Rivoltella

Quante volte ci siamo fermati ad osservare un fiore cresciuto dall’asfalto? Come avrà fatto a farsi largo tra i sassolini e il bitume, fragile com’è? Ce la farà a sopravvivere? I fiori spesso possono essere più forti del cemento e farsi largo in mezzo a mille difficoltà. La margherita sulla maglietta Petalodo vuole trasmettere esattamente questo: il simbolo di un progetto ambizioso, di diffusione dei valori di legalità e bene comune in tutte le sue sfaccettature, che trae la forza di crescere dalla comunità che lo popola e lo tiene vivo. 

Un fiore sbocciato ufficialmente domenica 14 luglio, al RugbyFest al porto di Rivoltella. Madrina dell’evento: Madame Sisì, titolare dell’Art Club di Desenzano che ha presentato al pubblico, durante il suo spettacolo, la nascita della maglietta. La scelta di un personaggio così esuberante ed eccentrico non è un caso. 

Madame Sisi presenta Petalodo
Un testimonial d’eccezione

I giovani sono il nostro futuro. Sono curiosità allo stato puro. Troppo spesso però questa energia viene incanalata verso progetti inconcludenti, perditempo o addirittura dannosi per gli stessi ragazzi. Il problema risiede nella difficoltà di comunicazione durante la fase di formazione e crescita del loro essere – l’adolescenza. E quindi i nostri consigli vengono interpretati come un tentativo di minare la costruzione della loro personalità. Per aiutarli a trovare la loro strada, nel rispetto delle regole e degli altri, ci serviva una persona conosciuta e apprezzata dai ragazzi, che però condividesse intimamente i nostri valori e i nostri obiettivi.

Chi meglio di Madame Sisi, quindi, capace fare breccia nelle nuove generazioni, coinvolgendo e divertendo i giovani gardesani e bresciani ormai da tantissimi anni?

“Il fiore della vita, della speranza”. Così ha esordito la madrina, chiamando sul palco una nostra portavoce, leggermente agitata per via del numeroso pubblico. Non è una semplice raccolta fondi per permettere a Legami Leali di continuare le sue attività, che vanno dal recupero di beni confiscati sul territorio alla cura dell’ambiente, dall’organizzazione di eventi per la cittadinanza al recupero di ragazzi a rischio devianza. L’acquisto di Petalodo diventa un messaggio forte e chiaro: “Io credo in voi e nella nostra comunità e voglio che il mio entusiasmo diventi contagioso”. 

Rimani aggiornato sulla nostra pagina Facebook per scoprire quando sarà possibile acquistare Petalodo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *